Per tutelare l’acqua, i Giovani Democratici propongono anche un concorso fotografico

E’ stato presentato a San Benedetto del Tronto il concorso fotografico promosso dai Giovani Democratici della Provincia di Ascoli Piceno. Un’iniziativa aperta a tutti coloro, fotografi amatoriali o professionisti, che hanno a cuore l’acqua intesa come bene pubblico, prezioso, essenziale, da salvaguardare e difendere.

Parterre de roi nel quartier generale del Partito Democratico Sambenedettese per la presentazione dell’iniziativa. Erano presenti il Consigliere Regionale Paolo Perazzoli, il Segretario dell’Unione di San Benedetto del Tronto Felice GregoriFederico Giacomozzi responsabile ambiente regionale dei Giovani Democratici, Francesco Ameli segretario provinciale dei Giovani Democratici, Gianluca Pompeisegretario della sezione di San Benedetto dei Giovani Democratici nonché candidato per la lista del PD alle prossime amministrative, il Sindaco Giovanni Gaspari e Stefania Spacca referente del Comitato Referendario “Acqua Pubblica”  per la provincia di Ascoli Piceno.

“Con il concorso fotografico – ha asserito Ameli – vogliamo dare un’ulteriore slancio alla campagna referendaria nel territorio ascolano e valorizzare il nostro territorio attraverso l’espressione artistica della fotografia. Territorio che deve guardare sempre di più ai giovani, ed è anche per questo che il segretario comunale dei Giovani Democratici di San Benedetto è in corsa per la carica di consigliere comunale. Stiamo portando avanti un progetto ambizioso: quello che permette di avere rappresentanti dei Giovani Democratici nei consigli comunali a partire da San Benedetto per arrivare ad Ascoli Piceno. Stiamo lavorando per un ricambio generazionale nelle persone e nei modi della politica, al contrario di liste  di giovani dell’ultim’ora che sono fatte solamente per bassa propaganda politica”.

Il volantino del Concorso Fotografico

“Noi Giovani Democratici – ha continuato Pompei –  siamo impegnati sul tema dell’acqua pubblica già da tempi non sospetti quando si iniziava a parlare di referendum, aderendo tra i primi al comitato promotore, per poi mobilitarci con nei gazebo per la raccolta firme. Questo concorso serve non solo a tirare la volata finale per la campagna referendaria, ma serve per impegnare il partito nel presente e nel futuro su un tema cosi importante, tema che è stato valorizzato anche dall’amministrazione Gaspari”

Grossa soddisfazione per Paolo Perazzoli riguardo al fermento giovanile che si sta creando in tutto l’ascolano: “La presenza dei giovani è importante perché essi muovono idee nuove e frizzanti all’interno del partito. Ho letto con piacere la proposta che promuove non più la singola preferenza per i consiglieri comunali, cosi facendo i giovani potranno accedere a cariche importanti e di responsabilità visto che per affrontare campagne elettorali con una sicura riuscita ora troppo spesso si necessita di disponibilità economiche elevate, cosa che molti giovani non hanno.”

Al termine il Sindaco Gaspari ha ricordato l’impegno dell’amministrazione sul tema dell’acqua e le azioni da intraprendere in futuro. “Sono due le azioni che abbiamo messo in campo. La modifica dello Statuto Comunale che sancisce l’impegno a difesa dell’acqua pubblica e il conferimento della cittadinanza onoraria di San Benedetto del Tronto a Padre Alex Zanotelli, missionario comboniano, da sempre in prima fila nella lotta per i diritti delle persone più deboli del mondo, tra i promotori dei referendum che chiedono l’abrogazione delle norme che affidano ai privati la gestione delle risorse idriche. Ma si può fare molto di più. Intendiamo infatti collocare in città i distributori di acqua potabile, sia acqua naturale che frizzante e distribuire kit riduttori di flusso a tutta la cittadinanza”.

 

2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline